23/08/2019| 1746 articoli presenti
 

Vieste, il centro diventa
un'enoteca
sotto le stelle
alla scoperta
dei Rosati di Puglia

Vieste, il centro diventa
un'enoteca 
sotto le stelle
alla scoperta 
dei Rosati di Puglia

 VIESTE  -- Il vino rosato di Puglia, un'eccellenza da gustare quella che si propone per questa sera nel centro storico di Vieste trasformato per l'occasione in un'enoteca sotto le stelle.

  “La Vieste en Rose”, è il titolo azzeccato di una manifestazione che per qualità è molto superiore alla notte rosa della riviera romagnola e che ha l'obbiettivo di offrire una panoramica dei vini del nostro territorio.
  Prodotti, va ricordato sempre, che oggi vengono riscoperti anche grazie al fatto che la Regione Puglia da dieci anni si batte a Bruxelles per evitare che le normative comunitarie penalizzino questo tipo di vini ignorati anche ai massimi livelli dei governi europei. La ragione? Semplice. Per milioni di persone per cui il vino è un prodotto esotico, abituati come sono alla birra, i rosati sono solo una miscela, un incrocio in botte, tra vini bianchi e rossi.

  Una bestemmia, parlando di agricoltura. Il sudore sui campi e il lavoro intelligente in cantina, viene semplicemente ignorato. Eppure anche  Vieste ci sono rosati, come quello di Posta Pastorella, che si sono fatti un nome nel campo dell'enologia di nicchia, proprio puntando su un forte lavoro al momento della vendemmia e della successiva lavorazione.

   Non si paga dunque per girare tra gli stand o per ascoltare musica, ma il tagliando per gli assaggi è di 12 euro, inizio alle 20. Con questo biglietto d'ingresso, se così vogliamo chiamarlo, si ha diritto a un calice in vetro, una tracolla per portarselo dietro, 6 ticket degustazione per altrettanti assaggi e un biglietto che da diritto a uno sconto per l’acquisto di bottiglie di vino da parte dei produttori che aderiscono all'iniziativa.

   L'iniziativa è organizzata da “Puglia Wine Experience”, in partnership con “Partesa per il vino” e “La parola al Rosato”, patrocinata e sostenuta dall’assessorato al Turismo del Comune.

E gli abbinamenti con i cibi? C'è pure quello. Verranno proposti in accoppiata con assaggi curati da 14 ristoratori, che hanno aderito alla serata.

11 luglio 2019