20/10/2017| 1655 articoli presenti
 

Le sedute
del consiglio
comunale
si potranno
seguire da casa

Le sedute
del consiglio
comunale
si potranno 
seguire da casa

  VIESTE  --  Trasparenza dell'amministrzione locale: dalle parole si passa ai fatti?
  Secondo il consigliere delegato per la materia,  Sandro Siena, le prove sono sul tavolo. "Le sedute si potranno seguire anche da casa con il computer - spiega - e si potranno seguire di persona grazie agli amplificatori che verranno installati al più presto visto che lo spazio per il pubblico è limitato".

  Ci mancherebbe altro. Grazie ai lavori eseguiti nella sede comunle dall'allora sindaco Domenico Spina Diana, la ristrutturazione edilizia di più di 15 anni fa portò, tra le altre cose, a installare lo spazio per i consiglieri nel pianerottolo tra un corridoio e l'altro con uno spazio di fatto inesistente per il pubblico. Non contenti di aver eliminato i cittadini dalla possibilità di seguire il lavoro dei loro rappresentanti, la sua giunta installò anche una porta a vetri. Risultato: solo le prime due persone sulla porta possono ancora oggi seguire  ciò che viene detto: chi è fuori non capisce niente.

  "Dalla prima riunione del neo insediato Consiglio Comunale è attivo il nuovo servizio streaming - spiega Siena - per poter vedere le sedute sia durante lo svolgimento che nei giorni successivi. Un link sulla home page del sito istituzionale permette di accedere all’area che contiene i video delle precedenti riunioni (al momento perciò solo una) oltre alla possibilità di seguire la diretta di quella in corso.

   Il servizio è stato realizzato dalla ditta Cedat 85 di San Vito dei Normanni (BR) che ha automatizzato anche

la trascrizione degli atti del Consiglio in maniera digitale. Vanno in pensione le preistoriche musicassette e il

lavoro di sbobinamento che ne seguiva, il tutto sostituito da un software di riconoscimento vocale che

trascrive automaticamente su un documento di testo gli interventi di sindaco, assessori e consiglieri. Una

semplice rilettura con le correzioni di rito completeranno il lavoro, sicuramente più celere ed efficiente di

prima.

La Cedat 85 è leader nazionale in questo settore, vantando nel suo pacchetto clienti come Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Corte dei Conti, Consiglio Superiore della Magistratura, vari ministeri, diversi consigli regionali, università e importanti gruppi privati.

“Ho saputo di questo nuovo servizio appena assunto l’incarico – dichiara il neo consigliere comunale con delega all’informatizzazione, Sandro Siena – e ne ho potuto apprezzare l’efficienza. Il prossimo obiettivo da raggiungere è la sistemazione dell’impianto audio della sala del consiglio comunale, compreso il ripristino delle casse all’esterno”.