15/12/2017| 1660 articoli presenti
 

Lâ??appello dellâ??on. Michele Bordo al Partito Democratico viestano â??Alle primarie del PD votate Cuperlo segretarioâ?

Lâ??appello dellâ??on. Michele Bordo al Partito Democratico viestano â??Alle primarie del PD votate Cuperlo segretarioâ?

VIESTE - Alla vigilia delle primarie del Partito Democratico anche in provincia di Foggia si scalda la battaglia politica tra i tre candidati alla carica di segretario.

Chi la spunterà tra Renzi, Cuperlo e Civati?

A Vieste, con lâ??appoggio incondizionato della segreteria locale, alle precedenti primarie Pierluigi Bersani ottenne pressoché circa il 90% dei voti e per Matteo Renzi davvero una manciata di voti.

Ora invece la Giuffreda e Ragni, sostengono Matteo Renzi, chissà perché a così poca distanza di tempo tutto il PD viestano si è schierato col sindaco di Firenze

Nelle elezioni di sezione di queste primarie infatti su 57 votanti, ben 55 voti, il 98%, hanno votato per Matteo Renzi mentre il Pittella che andava a braccetto in villa con Aldo Ragni, non ha ricevuto nemmeno un voto e Cuperlo e Civati (il più votato in provincia) si sono fermati alla simbolica cifra di un solo voto ciascuno.

Una repentina inversione di vedute politiche che ha portato anche a Vieste a discussioni anche cruenti.

Eâ?? lâ??on. Michele Bordo, noto esponente sipontino del PD, ha cercare di rasserenare lâ??ambiente: â??L'animosità con cui alcuni dirigenti del PD hanno affrontato la discussione politica lascia pensare, a giusta ragione, che abbiano orientato le proprie scelte più sulla base di equilibri locali che sul contenuto delle mozioni dei candidati alla segreteria nazionale. Ã? stato ed è un errore, che il PD rischia di pagare caro in termini di fiducia e di consenso, oltre che di autorevolezza dei propri rappresentanti. Mi auguro che, a partire dal 9 dicembre, si riesca a ritrovare ed a far prevalere le ragioni che ci uniscono e non quelle che ci dividono. E penso che Gianni Cuperlo saprebbe meglio interpretare questa esigenza assai diffusa tra i nostri iscritti ed elettoriâ?.

Domenica in tutta Italia i seggi rimarranno aperti dalle ore 8.00 alle ore 20.00. Per votare occorre un valido documento identificativo e il pagamento di una quota di 2 euro o l'esibizione della tessera.

6 dicembre 2013