12/07/2020| 1769 articoli presenti
 

Piemontese
segretario
provinciale Pd
Che fine faranno
le accuse sui brogli?

Piemontese
segretario
provinciale Pd
Che fine faranno
le accuse sui brogli?

VIESTE - Raffaele Piemontese è il nuovo segretario del Pd foggiano. Alla sua nomina si è arrivati dopo una gara senza esclusione di colpi, con accuse e controaccuse sul numero degli iscritti last minute che avrebbero, secondo le polemiche roventi degli ultimi giorni, avvelenato l'esito delle urne.

AVieste ad esempio, il rifiuto dell'iscrizione a dispetto dei regolamenti su cui c'era scritto il diritto pieno di adesione durante la giornata del voto, è finita a schifìo (si può dire così?). Antonio Guerra, colonna del Pci viestano prima e da vent'anni il rappresentante del sindacato per eccellenza, è stato messo alla porta assieme a un paio di amici. Accuse incorociate con i dirigenti e tutto è finito a verbale. Ora che faranno i probiviri, i garanti della correttezza della democrazia interna del partito?

E' ancora presto per saperlo. Lui, il Piemontese vincitore, lancia un'appello alla concordia e alla pacificazione visto che ha vinto con 102 delegati dei circoli su 197. 

«Ovunque ho incontrato persone interessate a discutere di politica ?? continua Piemontese ?? Cittadini alle prese con problemi reali e pronti ad attivarsi per contribuire a risolverli. Ragazze e ragazzi ricchi di cultura e competenze utili ad innovare la nostra visione della comunità foggiana. La gran parte di loro ha individuato nella mia candidatura e nel mio programma un'opportunità: impegnarsi concretamente per fare qualcosa di utile.

Ho accettato la candidatura con spirito di servizio e ho rivendicato con orgoglio il diritto a condurre a termine la sfida con Michelangelo Lombardi, che ieri sera ho abbracciato con sincero affetto.

Le vicende congressuali hanno provocato conflitti anche aspri ma, a partire da questa esperienza, dobbiamo ricostruire un clima di leale e coerente collaborazione tra quanti svolgono funzioni di guida e di rappresentanza istituzionale del PD. Un impegno che vorrò condividere innanzitutto con Michelangelo Lombardi per avviare insieme la ricostruzione dell'unità del PD.

Subito dopo, con i circoli, definiremo gli indirizzi della proposta per le Amministrative 2014, il primo grande banco di prova del "nuovo" PD di Capitanata. L??anno prossimo si rinnovano 17 governi cittadini e dovremo essere in grado di mobilitare interessi e passioni di oltre 300 mila persone". 

Insomma, la politica sembra essere quella di mettere da parte il passato per evitare figuracce alle amministrative e per questo Piemontese manda ramoscelli d'ulivo al suo ex rivale, proponendo una gestione di larghe intese dentro lo stesso partito. Ma funzionerà?