17/01/2021| 1770 articoli presenti
 

Rogo doloso a Puntalunga
Distrutta la stazione dei surfisti
Migliaia di euro di danni

Rogo doloso a Puntalunga
Distrutta la stazione dei surfisti
Migliaia di euro di danni

VIESTE - Si chiude la stagione estiva 2011, arriva il maltempo ma, incredibilmente, gli incendi riprendono a farsi sentire.

Approfittando della chiusura dello scorso 30 settembre, mercoledì mattina intorno alle ore 8.30, all'interno della struttura del Villaggio Camping Punta Lunga, ignoti hanno dato alle fiamme il noto centro di assistenza ai surfisti ivi esistente gestito dal signor Thomas Mathes.

L'insegnante di surf, un imprenditore tedesco che ha deciso di venire ad investire in Italia, disperato per l'accaduto ha iniziato la conta dei danni ed inviperito racconta "Sapevo che lavorare ed aprire una attività imprenditoriale in Italia era complicato ma non credevo che episodi simili potessero accadere proprio a me. Solo in televisione mi era accaduto di vedere di atti vandalici di questo genere. Sono deluso di tutto ciò ma resterò in Italia ed a Vieste per continuare a lavorare. Ringrazio tutti i viestani che mi hanno dimostrato vicinanza e solidarietà in questo momento per me davvero difficile". 

Tra tavole da surf, vele, alberi ed attrezzature varie i danni sono davvero ingentissimi.

L'incendio si è propagato velocemente in pieno giorno approfittando del fatto che l'accesso alla stazione surf è davvero agevole attraverso la circostante scogliera.

Thomas comunque non si dispera è come ci ha raccontato vuole continuare a fare l'imprenditore a Vieste ma di certo la nostra città ha fatto la sua pessima figura ed ora anche in Germania forse si parlerà di noi, ma in negativo. 

Di certo Luigi Manzionna, proprietario della struttura turistica e dei locali dati alle fiamme sarà costretto a correre ai ripari e potenziare il servizio di guardiania e di telecamere di Puntalunga sperando di creare il giusto deterrente per futuri episodi vandalici.

Di seguito due foto che evidenziano la situazione dei danni riportati a seguito dell'incendio 

8 ottobre 2011