17/01/2021| 1770 articoli presenti
 

Cassonetti un record tutto viestano
Solo a Foggia 15 bidoni distrutti

Cassonetti un record tutto viestano
Solo a Foggia 15 bidoni distrutti

VIESTE - Per una notte i raid dei vandali nostrani sono rimasti a zero. Già ieri abbiamo notato che in giro per il paese e nelle campagne non ci sono stati roghi di cassonetti come è accaduto sistematicamente negli ultimi 15 anni.
 
Merito delle cinque autopattuglie dei carabinieri che hanno girato senza soste fino all'alba o al cambio di testa dei teppisti che si sentivano nel mirino? Chi lo sa. Il fatto certo è che gli incendiari del Capodanno stavolta hanno tenuto le mani ferme anche se ci sono già teste calde in giro che hanno detto di voler pareggiare i conti: peggio per loro, sono nomi già conosciuti e magari li beccheranno a casa mentre dormono.
 
Ma la notizia più importante arrivata il giorno dopo è un'altra. Facendo un giro d'orizzonte su tutta la Puglia brilla solitario l'ordine viestano.
 
Nel Barese ci sono stati 13 feriti con botti e petardi e 30 in tutta la provincia di Foggia.
 
Sempre nel capoluogo dauno, tanto per restare nella nostra provincia, ci sono stati ben 8 cassonetti dati alle fiamme e altri 7 sono stati distrutti in varia maniera.
 
Dopo i dispacci delle agenzie stampa che segnalavano l'escalation dei danni, l'Amica di Foggia (la municipalizzata cittadina) si è presa il disturbo di comunicare che la situazione di quest'anno è stata migliore di quello scorso. In parole povere il bilancio dei danni è stato inferiore, anche perchè i cassonetti che sono stati vandalizzati possono essere riparati.
 
Bene, la riduzione del danno è sempre da salutare come un fatto positivo anche se il conto di Capodanno con i vandalismi sui raccoglitori dei rifiuti solo a Foggia peserà per 20 mila euro (almeno sulle bollette dei contribuenti.
 
E in ogni caso chi andava incendiando la spazzatura per strada andava anche cercando rogne. Infatti quando in via San severo sono arrivati i vigili del fuoco per spegnere un cassonetto dato alle fiamme, i pompieri sono stati presi di mira da una fitta sassaiola, fatta da delinquenti che sono rimasti nascosti nel buio.
 
Teniamoci dunque la buona situazione viestana sperando che continui, anche perchè il livello di manutenzione dei nostri cassonetti non ha bisogno di danni. Nè i viestani devono mettere mano al portafoglio ancora dopo i rincari per il trasporto dei rifiuti nella discalica più lontana.