23/10/2018| 1734 articoli presenti
 

Vieste nel deserto
bianco di neve
Mandrione, 20 centimetri
Pericoli nelle strade

Vieste nel deserto
bianco di neve
Mandrione, 20 centimetri
Pericoli nelle strade

VIESTE  -- Il paese si è svegliato questa mattina sotto uno spesso manto di neve. Dieci centimentri in paese, il doppio al Mandrione e sulle alture verso S.Tecla andando verso Pugnochiuso. E quanto alla Foresta Umbra lo spessore varia dai 30 centimetri sulle strade ai 50 a fianco tra gli alberi nei punti più alti.

  Una nevicata che ha costretto molti a rifare i progetti per oggi. Niente lavori in campagna ovviamente e scuole ugualmente chiuse. Così come tutte le attività aprono a rilento, quando aprono.

  Il traffico è ridotto al minimo perchè solo chi ha montato con previdenza le gomme invernali può circolare con tranquillità, anche nelle salite e nelle discese. Così pure le jeep anche i pesanti fuoristrada che non hanno pneumatici da neve scivolano non raramente sull'asfalto nonostante le quattro ruote motrici e i tasselli.

  Non ci stancheremo mai di ripeterlo. I cartelli appena fuori Vieste che indicano l'uso delle catene o dei pneumatici da neve sulle strade di casa sono uno spauracchio ridicolo con l'estate a 40°: ma d'inverno significano che se uscite fuori strada non potete accusare di scarsa manutenzione Anas o Comune. E anche le assicurazioni terranno i soldi in tasca anzichè risarcirvi.
  Ma andiamo avanti.
  Questa nevicata permette a qualche coraggioso, ed esperto,  di tentare il fondo sulle spiagge (con la sciolina giusta). Oppure lo sci alpinismo sui versanti della Foresta Umbra. Insomma, spazio per il turismo tutto l'anno visto che per tradizione l'ultima settimana di gennaio e la prima di febbraio portano il freddo dalla Siberia e quasi sempre neve in Foresta. Ovvero una settimana bianca a venti minuti da Vieste: per capirci, meno di quanto ci si impiega per andare dai paesi sulle Alpi alle stazioni delle sciovie.

  Detto questo meglio restare in casa se non è strettamente necessario usare l'auto. Le vetture messe di traverso, oltre a bloccare le strade, costituiscono un bel problema per il recupero con i carri attrezzi.

  Teniamoci pronti, e portiamo in macchina anche una pala. Non si sa mai.

  28 febbraio 2018
ore 10