23/11/2017| 1659 articoli presenti
 

Vieste, a fuoco rottami e immondizia
nella zona della fabbrica ex Cirio
Pochi danni, fiamme domate in breve


Vieste, a fuoco rottami e immondizia
nella zona della fabbrica ex Cirio
Pochi danni, fiamme domate in breve

   VIESTE – Un incendio di origine ignota, ma non certo di origine accidentale, ha visto oggi pomeriggio i Vigili del Fuoco impegnati per alcune ore per spegnere le fiamme che si erano levate nell'area della ex fabbrica Cirio, nella collina che sovrasta il porto.

     Dentro e attorno i resti dei capannoni i resti di rottami accumulati per troppo tempo e le immondizie hanno preso fuoco attorno alle 16.30. Il vento ha favorito poi il resto, con l'incendio che si è propagato alle sterpaglie lì vicine e dove di solito hanno un dominio incontrastato i cani randagi. Appena hanno potuto sono arrivati i pompieri che hanno messo mano con le autobotti e le lance a pressione alle operazioni per lo spegnimento. Le case lì vicine sono rimaste sigillate per evitare che il fumo e il tanfo dei rifiuti bruciati potesse rendere invivibili le abitazioni.

    I pompieri hanno fatto il loro lavoro e le fiamme sono state domate.

     Restano gli interrogativi, visto che in quella zona potrebbero esserci forti interessi immobiliari ma non certo soldi da incassare con le assicurazioni o altre. Tra le ipotesi resta quella di qualcuno che è esasperato per la mancanza di pulizia e che ha approfittato del vento per eliminare l'immondizia accumulata, gli stracci di qualche balordo che dorme nei vecchi capannoni e magari pure i cani randagi che in quel punto, al centro del paese, hanno eletto la zona come rifugio.

    Magari qualche morso di troppo, si parla in via ipotetica ovviamente, ha spinto qualcuno a farsi giustizia da solo eliminando il rifugio degli animali.


26 agosto 2017