17/06/2019| 1739 articoli presenti
 

Vieste, l'ex ministro Flick a Marina Piccola
per parlare di legalità, cultura e ambiente
Concerto finale, musiche di Vivaldi

Vieste, l'ex ministro Flick a Marina Piccola
per parlare di legalità, cultura e ambiente
Concerto finale, musiche di Vivaldi

Appuntamento d’eccezione questa sera alle 21.30 a Marina Piccola con l’ex ministro ed ex presidente della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick. Con lui, già responsabile della Giustizia con il governo Prodi, si parlerà di legalità e di ambiente, argomenti quanto mai bistrattati in un promontorio che non ha ancora abbandonato la dissipazione delle risorse ambientali. Per l’occasione il Comune ha voluto dedicare l’incontro alle vittime del terremoto nel Centro Italia. A fare gli onori di casa l’assessore Starace e a seguire, terminata la conversazione, si terrà un concerto con le musiche di Vivaldi.

Al centro dell’incontro i temi della legalità e della tutela del patrimonio artistico e ambientale. Protagonista della serata l’ex ministro Flick, che a 75 anni non ha perso la voglia di girare l’Italia per dialogare con la gente sulle questioni che hanno attraversato tutta la sua esperienza umana e professionale. Papà tedesco e mamma italiana, quinto di sette figli, alle spalle ha una formazione classica in un liceo dei Gesuiti e poi l’università alla Cattolica di Milano. Due anni dopo la laurea nel 1962 è giudice a Roma e lì resta sino al 75 quando sceglie definitivamente la carriera universitaria che aveva sempre coltivato quando era magistrato. Il suo equilibrio umano e professionale lo porteranno poi a iniziare nell’80 la professione di penalista che interrompe nel ’96 quando diventa ministro chiamato al governo nel primo governo Prodi. Infine la carica di presidente della Corte Costituzionale nel 2000.

Flick ha pubblicato di recente il volume “Elogio del patrimonio. Cultura, arte, paesaggio”, con riflessioni sul passato e sul futuro della cultura alla luce dei tempi di oggi. L'autore non abbandona il concetto di dignità da lui declinato all'interno del precedente volume "Elogio della dignità", ma lo amplia rafforzando il concetto legato all'importanza di un dialogo fondato sulla cultura.

      A fare gli onori di casa l’assessore Starace e a seguire, terminata la conversazione, si terrà un concerto con le musiche di Vivaldi. Durante l’esecuzione delle “Quattro Stagioni” saranno proiettate fotografie d’autore del Gargano e della Capitanata in primavera, estate, autunno, inverno. L’esecuzione sarà affidata ad un ensemble cameristico tra i più prestigiosi in Italia, l’ensemble Umberto Giordano, con il violinista foggiano Dino De Palma nelle vesti di solista e Gianna Fratta alla direzione, una delle più attive e riconosciute direttrici d’orchestra del panorama internazionale contemporaneo.

Vieste, 26 agosto 2016