22/04/2019| 1739 articoli presenti
 

Tra Vieste e Vico
fermati
due bracconieri
con tre fucili
Uno aveva
la matricola abrasa

Tra Vieste e Vico
fermati 
due bracconieri
con tre fucili
Uno aveva
la matricola abrasa

VIESTE  --  A seguito di una mirata attività di contrasto al bracconaggio nel Parco nazionale del Gargano, inizialmente impostata sull'acquisizione di informazioni riservate e poi condotta attraverso appostamenti notturni e documentando tutto con cineprese e macchine fotografiche, gli genti della Forestale dei Comandi della Foresta Umbra e Peschici, hanno fermato e denunciato due persone e sequestrato tre fucili con le relative munizioni caricate a palla e a pallettoni. La zona interessata era ai confini tra Vico e i boschi di Vieste e Peschici.

  Tutto pronto per la caccia al cinghiale insomma.
  Uno dei due, un cinquantenne, utilizzava un fucile con la matricola abrasa che abitualmente veniva nascosto negli  in bosco, in un nascondiglio  ricavato negli anfratti di una macera, ovvero uno dei muretti a secco usati per i confini dei campi e i ricoveri di fortuna. In questo modo poteva risultare pulito se fosse stato fermato mentre si dirigeva a caccia. E, dopo aver controllato che non ci fossero guardie o testimoni scomodi, tiirava fuori l'arma.

  Ora bisognerà vedere dai controlli balistici se uel fucile con la matricola abrasa è stato usato solo per la caccia o magari in qulche agguato o attentato. Si vedrà.

9 agosto 2016