12/12/2017| 1660 articoli presenti
 

Sorpresi
a rubare
3 quintali
di olive
a Rodi

Sorpresi
a rubare
3 quintali
di olive
a Rodi

RODI  -- Padre e due figli, ovvero Salvatore Carrassi e i suoi due figli Michele e Raffaele (rispettivamente di 69, 47 e 45 anni) sono stati sorpresi nelle campagne della località Santa Lucia letteralmente con le mani nel sacco.
 I tre infatti, già noti per precedenti di polizia di vario tipo, avevano già riempito i contenitori con tre quintali di olive raccolte in fretta e furia. Il raccolto è stato consegnato al proprietario del fondo mentre i tre sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

   Una piaga, quella dei furti in campagna, che quest'anno si ripropone in tutta la Puglia e specialmente in provincia di Foggia, con molta forza. Il valore delle olive e soprattutto il fato che gli alberi non siano presidiati fa si che piccoli gruppi di rumeni e bulgari, che ormai hanno imparato a riconoscere i luoghi migliori per prendere indisturbati il frutto della fatica degli altri, operino in una ventina di minuti con teli e rastrelli per acchiapare tutto quello che possono, a spese dell'albero che resta rovinato.
  L'impuntità è quasi assicurata. Chi, se non il proprietario e i vicini, è in grado di riconoscere in quei raccoglitori degli abusivi?

  E ora ci si mettono anche i concittadini, a dimostrazione che c'è una rete di complicità, ovvero di ricettatori che comprano senza fare domande. Ed è su questo che bisogna indagare.
  A Vieste ci sono le segnalazioni ma sinora non si è riusciti a pizzicare nessuno sul fatto.

22.11.17