15/12/2017| 1660 articoli presenti
 

Vaccinazioni, certificati in farmacia
a Vieste le famiglie collaborano
per l'anagrafe dei trattamenti

Vaccinazioni, certificati in farmacia
a Vieste le famiglie collaborano
per l'anagrafe dei trattamenti

VIESTE  --  Sta procedendo a pieno ritmo il ritiro e la consegna dei certificati medici per i bambini che vanno a scuola. E a Vieste, come in tutto la Puglia, non ci sono per fortuna le code e le perdite di tempo che vengono registrate in altre regioni, a cominciare dall'Emilia Romagna dove la trafila è molto più macchinosa di quello che viene fatto in riva all'Adriatico.
   Grazie all'accordo di Federfarma, l'associazione che raggruppa le farmacie private, a Vieste basta andare alla farmacia più vicina  con la tessera sanitaria per avere il certificato da  consegnare alla scuola, immediatamente.
  "Passando la tessera nel lettore, il computer legge la banda magnetica - osserva il dottor Giuseppe Quagliarella - Immediatamente sullo schermo appaiono eventuali mancanze di vaccinazioni che vengono comunicate al genitore affinchè possa mettersi in regola con l'Usl. Se non appare nulla vuol dire che è tutto a posto e il certificato di regolarità viene consegnato seduta stante".
  Una procedura semplice e pratica insomma, che in Puglia sta funzionando bene perchè unisce la riservatezza sui dati sanitari con la necessità di garantire il rispetto dell'obbligo vaccinale.
  Purtroppo il colpo di mano del ministro Beatrice Lorenzin, che ha moltiplicato da 4 a 10 i trattamenti obbligatori per i bambini, ha acceso una sorta di isteria collettiva. La fretta poi per imporre, per decreto, l'applicazione della norma che fa felici solo le industrie che producono i farmaci, ha creato una spaccatura verticale tra l'organizzazione sanitaria e l'amministrazione scolastica.

29  settembre 2017