18/06/2019| 1739 articoli presenti
 

Calcio, guerriglia dei tifosi del Monopoli che hanno aggredito finanche i carabinieri Cinque denunciati e divieto di accesso allo stadio per i teppisti incappucciati che si vantano delle loro gesta

Calcio, guerriglia dei tifosi del Monopoli che hanno aggredito finanche i carabinieri Cinque denunciati e divieto di accesso allo stadio per i teppisti incappucciati che si vantano delle loro gesta

VIESTE - Prima hanno cercato di passare in blocco e di avere lo sconto sul biglietto d'entrata dello stadio, poi hanno scatenato la guerriglia attorno allo stadio aggredendo i carabinieri che erano in servizio d'ordine al Riccardo Spina per il match con l'Atletico Vieste.
 
Il bilancio di una domenica di vergogna, che nulla ha a che fare con lo sport, è pesante. Feriti tutti e cinque i carabinieri che erano in servizio d'ordine, con prognosi che vanno da sei a dieci giorni per le ferite riportate.
 
Tra i feriti la signora Rita Santoro picchiata selvaggiamente, il signor Luigi Lavella, anch'egli aggredito senza una ragione e Nunzio Ricciardelli e Mimmo Cavaliere colpevoli solo di essere intervenuti per sedare gli animi.
 
L'intervento dei militari ha portato a bloccare cinque dei più violenti e a portarli verso il carcere. Solo uno di loro è stato denunciato a piede libero, gli altri sono in prigione in attesa di giudizio per reati che vanno dalla resistenza alla violenza a pubblico ufficiale.

Ecco a seguire il counicato stampa della Tenenza dei Carabinieri di Vieste in merito agli incidenti.
 

Nel pomeriggio di ieri, 19 febbraio, presso lo stadio comunale ??Riccardo Spina? di Vieste ha avuto luogo l??incontro di calcio ??Atletico Vieste ?? Monopoli?  valevole per il campionato regionale di eccellenza, conclusosi con la vittoria della compagine ospite con il risultato di 1 - 2.

All??incontro erano presenti circa 400 tifosi, di cui 100 del Monopoli; proprio questi ultimi, sin dall??inizio della partita, hanno mostrato il loro malcontento nei confronti della società calcistica viestana che ha negato loro uno sconto sul biglietto d??ingresso, tanto da indurre gran parte dei tifosi ospiti a rimanere fuori dallo stadio sino al termine della partita.

Nel corso del deflusso delle due tifoserie, al di fuori dell'impianto sportivo, diversi sostenitori ospiti hanno aggredito alcuni supporters locali, quattro dei quali hanno riportato lesioni giudicate guaribili dai sei ai dieci giorni. Immediato l??intervento dei Carabinieri della Tenenza di Vieste in servizio di ordine pubblico in occasione che hanno subito individuato i facinorosi, rei di aver provocato il tafferuglio, anche se gli stessi, noncuranti dell??intervento dei militari, gli si sono scagliati contro con inaudita violenza, ferendo cinque militari, successivamente refertati presso il locale pronto soccorso per le lesioni riportate, con prognosi dai 5 ai 7 giorni. L??immediato intervento di altre pattuglie sul posto ha permesso di bloccare i cinque  e condurli presso la Tenenza dei Carabinieri per gli adempimenti di rito, al termine dei quali uno di essi M.F. è stato denunciato a piede libero, mentre gli altri quattro G.P.  C.G. C.L. e D.M. sono stati tratti in arresto e tradotti presso la Casa Circondariale di Foggia, con l??accusa di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Continuano le indagini dei Carabinieri, che stanno visionando le videoriprese relative ai tafferugli, al fine di individuare gli altri responsabili dell??episodio di violenza.

Per i cinque indagati i Carabinieri hanno prontamente avanzato opportune richieste di emissione di provvedimento interdittivo D.A.SPO (divieto di accedere alle manifestazioni sportive), nonché il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Vieste.

 

La solidarietà da parte di tutta la redazione della Voce di Vieste agli agenti delle forse dell'ordine feriti ed ai viestani coinvolti negli scontri con questi pseudo tifosi.

 

20 febbraio 2012